Fu nel 1378 che si decise la costruzione d’un ponte che mettesse in comunicazione la zona dell’antico Palais Royal situato sull’Ile de la Cité con la rive gauche.
Il primo ponte, sovrastato da numerose abitazioni, fu concluso nel 1387.
Deteriorato dal disgelo del 1408, venne ricostruito in legno insieme alle case che vi si trovavano, ma nel dicembre 1547, urtato da varie imbarcazioni, crollò causando l’annegamento di diciassette persone.
Ricostruito due anni più tardi, la nuova costruzione resiste fino al 1616, data in cui fu distrutto dai ghiacci insieme a numerose case.
Venne allora sostituito, tra il 1618 e il 1624, da una costruzione in pietra a quattro archi.

Da segnalare la statua equestre in bronzo di Louis XIII e le varie nicche decorative.
E’ senza dubbio uno degli ultimi ponti ad aver conservato la presenza di abitazioni: fu soltanto nel 1808 che le case che lo sovrastavano furono demolite.
La struttura, a causa del suo deterioramento e della scarsa larghezza, fu sostituita nel 1855.
Il nuovo ponte fu realizzato nel 1857, senza interrompere la navigazione.
Questa nuova realizzazione comprende tre archi ellittici di 17 metri di ampiezza.
Construito durante il secondo Impero, il ponte è decorato da una inconfondibile N.