Chi potrebbe credere che questo luogo di alta eleganza è stato creato, all’origine, per le classi operaie?
Henry IV aveva deciso la costruzione di una fabbrica di tappezzerie, circondata da una piazza pubblica, i cui rimanenti tre lati sarebbero stati occupati da alloggi per operai.
Fallita la fabbrica, le si sostituì una piazza aristocratica caratterizzata da eleganti edifici, con tetti d’ardesia caratterizzati dalla policromia blu-bianco-rosso, decorazione più che adatta per l’aristocrazia del tempo che puntava tutto sull’apparire.

In questa piazza nacque nel 1626 Madame de Sevigné e vissero Marion Delorme, Bossuet e Victor Hugo, la cui casa, situata al n°6, fu trasformata in museo nel 1902.