Il museo d'Orsay, uno dei musei nazionali di Parigi, si trova nella riva sinistra della Senna, nel VII arrondissement.
Famosissimo in tutto il mondo per i capolavori dell'impressionismo, il museo si caratterizza per la particolarissima ubicazione: occupa, infatti,i locali di un'ex-stazione ferroviaria, la Gare d'Orsay che era stata realizzata per l'esposizione universale del 1900.
L'edificio originale ideato dall'architetto Victor Laloux è stato modificato e riconfigurato per essere adibito a museo dagli architetti Renaud Bardon, Pierre Colboc, Jean-Paul e Gae Aulenti. Il museo d'Orsay fu inaugurato nel 1986.

Le collezioni, esposte su tre piani, coprono il periodo che va dal 1848 al 1914, dall'inizio della seconda Repubblica all'inizio della grande guerra, collocandosi idealmente tra la collezione del Louvre e quella esposta al Centro Pompidou.
Le opere provengono principalmente da tre fonti: il Louvre per quanto riguarda le opere di artisti nati a partire dal 1820, il museo del Jeu de Paume dedicato all'Impressionismo fin dal 1947 e infine il museo nazionale d'arte moderna per le opere più recenti.
Queste collezioni, arricchite da numerosi prestiti e doni, abbracciano tutti i campi delle arti plastiche e applicate: pittura, scultura, musica, architettura e fotografia.

Tra i principali artisti presenti al museo d'Orsay: Paul Cézanne, Edgar Degas, Eugène Delacroix, Antoni Gaudi', Paul Gauguin, Vincent Van Gogh, Gustav Klimt, Édouard Manet, Henri Matisse, Edvard Munch, Paul Signac e Pierre-Auguste Renoir.
Una galleria è interamente dedicata a Henri de Toulouse-Lautrec, un'altra a Gustave Courbet e ci sono anche sculture d'Auguste Rodin.
Un auditorium ospita manifestazioni di vario genere: proiezioni cinematografiche, concerti, conferenze e rappresentazioni teatrali.

Informazioni pratiche

Indirizzo:
1, rue de Bellechasse
75007 Paris

Accesso:
Solferino

Per informazioni:
www.musee-orsay.fr