Il bosco di Vincennes é un parco situato nell'est di Parigi.
Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, il suo nome non deriva dalla città di Vincennes che confina col limite nord del bosco.
E', in realtà, questa località che ha tratto il suo nome dal parco parigino. Con una superficie di 995 ettari, il bosco di Vincennes rappresenta il più grande spazio verde parigino.
Chiamato originariamente "Vilcena", il bosco di Vincennes rappresenta ciò che resta dell'antica cintura boschiva che circondava Lutezia.
Il bosco era il contesto privilegiato delle battute di caccia reali fin dall'XI secolo.

Situato su un terreno sabbioso, il bosco originariamente non presentava alcuna presenza acquatica. Alphand fece scavare il lago di Gravelle nel ponte più alto, al fine d'irrigare tutti gli altri laghi (eccetto il lago di Saint Mandé).
Il lago di Gravelle fu inizialmente alimentato dalle acque della Marna, grazie a un sistema di pompaggio, ed è attualmente alimentato dalla Senna.
Il bosco di Vincennes comprende quattro laghi: il lago di Gravelle, situato a Sud-Est, serve da riserva per gli altri laghi; il lago di Minimes situato a Nord-Est, presenta due isole; il lago a Nord-Ouest e il lago Dausmenil che è il più grande ed è situato all'estremità ovest del bosco.

Il lago Dausmenil presenta, inoltre, due isole, l'isola di Reully e l'isola di Bercy, accessibili grazie ai ponti. Vicino alle sponde del lago si trova la Pagoda di Vincennes e il tempio buddista tibetano di Kagyu-Dzong.
Numerose sono le attività che possono essere praticate nel bosco di Vincennes e numerose sono le attrazioni di questo parco, tra le principali: l'ippodromo di Vincennes, il castello di Vincennes, il giardino tropicale creato per l'esposizione coloniale del 1907, il parco floreale, il parco zoologico di Vincennes, il tempio buddista sulle rive del lago Daumesnil e molto altro ancora.
In primavera il bosco accoglie la "foire du Trône" sul prato di Reully, situato al limite ovest.